La vita è uno spettacolo costruito seguendo i referti dell’ufficio marketing e i cui ricavi finiranno comunque nelle tasche del più farabutto. Tutta la vita. Anche la vita dormiente. Anche la non vita. Anche la morte.

Quello che sta succedendo in queste ore attorno alla vicenda Englaro è difficilmente commentabile e altrove l’hanno già fatto assai meglio di quanto potrei fare io. Ma ho come l’impressione che non sia ancora finita. E che probabilmente non finirà facilmente. Nel frattempo alcuni aggiornamenti sulle manifestazioni di oggi potete seguirli in diretta qui.

2 Comments

Comments are closed.